Organizzazione incentive travels ed eventi ibridi

Quale destinazione scegliere per il tuo viaggio incentive

Mare o montagna? Scopri le mete incentive migliori per il tuo viaggio aziendale

Abbiamo già precedentemente trattato i viaggi incentive nel nostro blog, nonché le ragioni per cui potrebbero rappresentare una valida soluzione per un’azienda, ma una domanda che sorge spontanea è quella inerente la meta della vacanza.

Mare, montagna, laghi o città d’arte, quali possono essere le mete più indicate per un viaggio incentive?

Il primo dilemma sui viaggi incentive: quale periodo dell’anno scegliere?

Prima di decidere la meta della vacanza è indispensabile ragionare sul periodo dell’anno più indicato per organizzarla.

Si consiglia di evitare categoricamente le vacanze a ridosso delle vacanze natalizie, dove difficilmente si deciderà di trascorrere del tempo con i colleghi a discapito della famiglia, in particolare chi ha bambini piccoli riterrà impensabile passare questo periodo lontano da loro. Medesimo discorso per il periodo pasquale dove, complice anche la chiusura delle scuole, potrebbe risultare particolarmente difficoltosa la partenza, ma anche sconveniente sotto il profilo economico per l’azienda; risaputo infatti che in concomitanza delle festività i costi di mezzi di trasporto e soggiorni tendono a salire.

Altro periodo da evitare è quello delle vacanze estive, dove per l’appunto una persona desidera staccare completamente da qualsiasi cosa possa risultare legata alla propria vita lavorativa, per trascorrere del tempo in zone di suo interesse e per coltivare proprie passioni.

Alla luce di queste riflessioni pertanto i periodi dell’anno più indicati per un viaggio incentive potrebbero risultare l’autunno e la primavera. Specialmente quest’ultima presenta solitamente condizioni climatiche migliori.

Viaggio incentive in Italia: tante possibilità di scelta per tutti i gusti

Chi desidera organizzare un viaggio incentive entro i confini del Bel Paese, non ha che da sbizzarrirsi nella scelta della meta. Mare, montagna, laghi, città d’arte: in Italia abbiamo davvero di tutto e, non per niente, siamo uno dei paesi più turistici al mondo.

Ecco quindi alcune proposte differenziate per aree geografiche.

Altopiano di Asiago, Valle d’Aosta e Dolomiti per un viaggio incentive ad alta quota

Se si desidera optare per una meta tra i monti, senza ombra di dubbio l’Altopiano di Asiago, la Valle d’Aosta e le Dolomiti rappresentano le proposte più adeguate.

Dall’organizzazione di team building a sfondo sportivo a percorsi sensoriali tra i piatti tipici della cucina locale, ma anche la possibilità di usufruire di strutture destinate al relax e al benessere circondati dalle vette innevate. Queste sono indubbiamente soluzioni particolarmente gettonate per chi opta per la montagna quale meta di un viaggio incentive.

Inoltre è risaputo come un soggiorno in montagna abbia la capacità di rigenerare corpo e mente, allontanando la frenesia della vita quotidiana, grazie anche all’aria incontaminata che si respira in aree come queste. Lunghe passeggiate nei boschi e paesaggi fiabeschi, quale ad esempio i castelli della Valle d’Aosta, potranno far da sfondo a un viaggio incentive destinato ad essere ricordato a lungo nel tempo.

Il mare nostrum come meta di un viaggio incentive: Sicilia, Sardegna e Costiera Amalfitana

Se quando si parla di montagna l’Italia offre un’offerta davvero ampia e variegata, il mare non ha certo nulla da invidiare.

Se si desidera una vacanza incentive all’insegna di mare e relax, la Sardegna con le sue spiagge incontaminate e le acque cristalline rappresenta indubbiamente la soluzione migliore. Per chi invece desidera alternare l’aspetto riposo a quello di un viaggio storico, potrebbe optare per la Sicilia e la zona di Agrigento, oppure Catania per spezzare la routine da spiaggia con qualche passeggiata alla scoperta del vulcano Etna e di Taormina.

Altre mete marittime gettonate per un viaggio incentive potrebbero essere la Costiera Amalfitana, con visita a Capri e a Pompei.

Il vero patrimonio italiano: le città d’arte

Seppur vengano scelte raramente quale meta per un viaggio incentive, non possiamo certo non menzionare le nostre città d’arte. Venezia, Roma, Firenze, ma anche Matera e Siena.

Apprezzare da vicino le grandi bellezze offerte da queste città, uniche nel loro genere, veri e propri musei all’aria aperta, in primis la nostra capitale. Se invece si desidera regalare uno sfondo quasi d’altri tempi, Venezia è la meta da prediligere, tra cale e calette, gite in gondola e visita alle isole di Murano e Burano.

Optando per Siena invece si potrà anche scegliere di conoscere la Val D’Orcia e la Val D’Elsa, con i relativi borghi toscani che le compongono, da Montalcino a Montepulciano, passando per la New York del Medioevo, ovvero San Gimignano. In queste zone si potrà creare anche una sorta di vacanza a doppio sfondo, dalla visita di musei a escursioni in quad o a cavallo tra le colline che circondano queste aree. Infine Matera, Capitale Europea della Cultura per l’anno 2019, nonché Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

Tour dei laghi: dal Maggiore a quello di Garda

Partendo da Stresa di potrebbe organizzare un tour che comprenda anche la visita alle famosissime isole del Lago Maggiore, soluzione estremamente interessante per un pubblico anche di una certa età.

Al contrario, se si desidera promuovere un viaggio incentive per un team giovane e dinamico all’insegna del divertimento e della spensieratezza, il lago di Garda è la meta perfetta. Famoso infatti non soltanto per il lago in sé, ma soprattutto per gli innumerevoli parchi che circondano quest’area: Gardaland, Movieland, Caneva, Sigurtà, Natura Viva, Jungle Adventure, Medieval Times. C’è solo l’imbarazzo della scelta!

Viaggio incentive all’estero: capitali europee, tendenze a lungo raggio e crociere

Chi ambisce a una meta all’infuori dei confini italiani ma senza uscire dall’Europa, potrebbe optare per un grande classico, ovvero la visita di una capitale europea. Da Londra a Parigi, ma anche Berlino, Praga, Atene, Istanbul o Dublino.

Nel caso in cui invece si prediliga la scoperta di ambiente e territori completamente differenti da quelli dell’Italia ci si potrebbe orientare verso le isole Canarie, tra mare, onde oceaniche e vulcani, oppure l’Islanda e i fiordi della Norvegia che rappresentano indubbiamente mete inusuali, ma soprattutto realtà estremamente differenti da quella in cui viviamo.

Di recente hanno riscontrato molto successo anche viaggi incentive in Croazia, a Malta, Creta, isole greche, Francia e Spagna meridionali, oltre alle coste oceaniche del Portogallo.

Nel caso in cui si voglia optare per una meta a lungo raggio per un viaggio aziendale, il fascino degli Stati Uniti è intramontabile: New York, San Francisco, Miami e Los Angeles. Anche il Canada ultimamente risulta una delle mete straniere più gettonate, ma il vero trend degli ultimi anni è dato dalla scoperta dell’oriente, Singapore e Giappone in primis, seguiti dalla Thailandia, ma anche città mediorientali come Abu Dhabi e Dubai.

In ultimo, sebbene di rado vengano scelte, le crociere rappresentano l’ultima alternativa per un viaggio incentive. Dalle classiche nel Mediterraneo, isole Greche e Caraibi, per arrivare a quelle fluviali sul Danubio o sul Nilo, contribuiranno inevitabilmente alla creazione e al rafforzamento dello spirito di squadra e dell’affiatamento all’interno del team.

Cosa può essere utile nella scelta della meta di un viaggio incentive?

Fornire ai propri dipendenti una sorta di sondaggio con possibili mete e periodi dell’anno per cercare di capire disponibilità e reali interessi, potrebbe aiutare e garantire il successo di questa sorta di premio donato dall’azienda ai propri collaboratori.

È importante però tenere presente il fatto che l’organizzazione di un viaggio incentivante preveda inevitabilmente attenzioni e tempo speso non soltanto nella scelta della meta, ma anche di tutto quello che riguarderà gli spostamenti, le attività di team building da proporre, nonché la richiesta di preventivi e la relativa valutazione economica. Per tutte queste ragioni si consiglia l’appoggio a personale esperto e qualificato, quotidianamente impegnato nell’organizzazione di eventi di questa tipologia.

Compila questo form e ottieni gratuitamente le informazioni di cui hai bisogno